Cracovia

Cracovia è la capitale culturale della Polonia, ed è un importante centro intellettuale ed artistico.

Molte personalità sono associate alla città: l’astronomo Copernico, Papa Giovanni Paolo, lo scrittore Conrad, i pittori Wyspianski e Matejko, l’etnologo Malinowski, il drammaturgo Kantor, il violinista Nigel Kennedy, la poetessa Szymborska   uninserita nel patrimonio dell’Unesco per la sua ricchezza architettonica. 

Cracovia di grande fermento culturale ( ci vicono tantissimi studenti) e di grandi tradizioni. Ma quello che voglio rimarcare in quest'articolo è che ha ricevuto lo scettro di migliore città europea del 2019 in cui trascorrere le vacanze.

Ha un rapporto qualità-prezzo molto conveniente: i turisti hanno la possibilità di trascorrere una vacanza indimenticabile senza attentare al portafoglio.

Cracovia inoltre è simile ad una città italiana: i suoi abitanti amano passeggiare, uscire, flirtare e ritrovarsi nelle numerose caffetterie, nei bar e nei ristoranti della città. Per il viaggiatore Cracovia è sicuramente una delle città "top" low cost per eccellenza. 

Da non perdere nella vostra visita

Rynek Głowny

E' una delle più grandi e belle piazze d’Europa. Meriterebbe da sola il viaggio (nel 1978 è stata inserita nella lista UNESCO tra i primi 12 monumenti al mondo.. È il cuore pulsante della città. Palazzi dall’architettura elegante, musei, cafè, ristoranti, bar, negozi. Non manca nulla. Ma soprattutto è animata, vivace, brulicante: residenti, turisti, musicisti, artisti di strada la popolano quotidianamente. Potete ascoltare musica di qualità per tutto il giorno.

La Basilica di santa Maria 

di arte gotica, edificata nel XIV secolo e caratterizzata da due torri di altezze differenti (69 mt l’una, 81 l’altra). Vi svelo l’aneddoto: due erano gli architetti incaricati della costruzione delle torri. Fratelli. La competizione e la rivalità tra loro furono tali che, in seguito ad un litigio, il maggiore accoltellò il minore. A morte. C’è chi dice che si gettò per rimorso dalla torre, chi invece che fu fermato dalle guardie, arrestato, processato e giustiziato.

La Torre del vecchio Municipio

Vi si sale per mezzo di 110 gradini in pietra. Durante il percorso potrete ammirare i macchinari dell’antico orologio della torre e fotografie storiche, che illustrano il passato della città. Nei sotterranei della torre vi erano le carceri della città, dove si torturavano i reclusi.

Fate un giro anche all’interno del Mercato dei Tessuti. Il Rynek è affascinante sempre, di giorno per la vivacità e di notte per il suo romanticismo raro, con le carrozze che attraversandola le donano un fascino d’altri tempi. Io la preferisco di notte, più intima.

Il Castello Reale

si trova in collina in una posizione fantastica. Come mi ha detto un polacco conosciuto una sera lì: “La Polonia è il Wawel!”. Per loro ha un valore sacro. Complesso monumentale ricchissimo, vi si trovano: la Cattedrale (con le tombe di re e polacchi illustri), gli appartamenti di Stato e Reali, Il Tesoro della Corona, le Armerie, la Grotta del Drago.

 Cosa Mangiare a Carcovia

La tradizione gastronomica polacca ha radici nei boschi, nei campi, nei prati, nei fiumi e nei laghi. È fatta di pasti molto nutrienti a base di cereali – come il grano saraceno – verdure (pastinaca, carote, rape, cipolle, cetrioli, fagioli, barbabietole, patate, cavoli, funghi), spezie, carne – soprattutto di maiale – pesce, latte e derivati, frutta (mele, frutti di bosco e prugne in primis).

Tra i piatti più famosi, ricordiamo:

I Pierogi

ovvero ravioli ripieni – a scelta – di formaggio, funghi, cavoli e carne e presenti, per i più golosi, anche nella versione dolce, sono ovunque. Esistono addirittura delle pierogarnie, locali in cui si mangia soltanto questa specialità.

Le Zuppe

Le zuppe non possono mancare per riscaldare i freddi inverni (ma anche le estati) non esattamente mediterranee. Tra le minestre tradizionali la barzcz, una zuppa di barbabietole che rappresenta, di fatto, l’equivalente del boršč russo (minestra acida di amido di frumento con patate e a volte con panna) e la kapuśniak, a base di cavoli in salamoia.

I Bigos

Il più celebre piatto a base di carne è il bigos, stufato di carni varie, cavoli e crauti con aggiunta di prugne secche e altre spezie.

a carne è morbidissima e gli ingredienti si sono talmente amalgamati che sembra impossibile distinguerli, almeno visivamente, gli uni dagli altri

Quando visitare Cracovia

ll clima di Cracovia presenta quattro stagioni distinte: l'inverno, seguito dalle condizioni climatiche primaverili e l'estate che precede le fredde giornate autunnali. 

  I mesi migliori per il bel tempo a Cracovia sono Maggio, Giugno, Luglio, Agosto e Settembre

I mesi più freddi sono Gennaio e Febbraio, ed io li eviterei.

In generale Cracovia, ome tutta la Polonia, ha un clima piuttosto piovoso. 

Curiosita

Il Duomo di Cracovia sorge nella parte orientale della piazza Rynek Główny, ed è caratterizzato da due leggende.

La prima spiega il perchè della differenza d’altezza delle due torri. Due fratelli architetti avevano progettato la costruzione delle due torri, ma l’acerrima competizione volle che il maggiore uccise il minore e così una torre rimase incompiuta. Il fratello maggiore, però, affranto dal rimorso, dopo poco si tolse la vita.

La seconda leggenda, quella secondo noi più veritiera, narra di Mariacki Hejnal, un giovane trombettista. Un giorno Mariacki suonò la tromba per avvertire i Cracoviani dell’invasione dei Tartari, ma durante il suo tentativo di salvare la popolazione, fu trafitto in gola da una freccia scagliata dal nemico.

In ricordo di questo avvenimento, ancora oggi a ogni ora e ogni giorno dell’anno, un trombettista suona la tromba in direzione dei quattro punti cardinali. La melodia viene eseguita quattro volte e interrotta nel punto in cui il giovane smise di suonare.