Modica

Il suo cioccolato ha appena ricevuto la denominazione Igp  e il suo centro storico è stato dichiarato Patrimonio Unesco… può bastare per convincervi a visitare questa bella cittadina siciliana?

Modica è situata a circa venti kilometri da Ragusa, nella parte sud orientale dell’isola. Sorge ai piedi di un costone roccioso, dove un tempo scorrevano due corsi d’acqua, oggi interrati.

Divenuta in passato importante centro della Sicilia meridionale, tanto da essere posta al capo dell’omonima contea, la città è composta da due agglomerati urbani: Modica Alta e Modica Bassa, entrambi, per motivi diversi, assai affascinanti.

E' una città suggestiva e affascinante, con il suo groviglio di casette, viuzze e lunghe scalie, sulle quali svettano i magnifici campanili delle tante chiese che, solitamente non si affacciano su piazze, ma su imponenti e scenografiche scalinate, modellate sui declivi delle colline.

Il centro storico della "Città delle cento chiese", così chiamata per la grande quantità di edifici religiosi che ospita, ha un impianto medievale, cresciuto intorno allo sperone della collina del Pizzo, sul quale è abbarbicato, inaccessibile, il Castello dei Conti di Modica.

Corso Umberto I è il salotto della città, ed  è ricco di antichi palazzi e chiese, alle quali si alternano bar, ristorante e botteghe di artigiani specializzati nella realizzazione del cioccolato modicano.

Su Piazza Matteotti si affaccia la Chiesa del Carmine, di cui sia il rosone sia il portale sottostante sono stati realizzati prima del terremoto del 1693. Il corso Umberto I si biforca diventando a destra Via Marchesa Tedeschi. Su piazza Santa Maria la chiesa a tre navate di Santa Maria di Betlem. La poderosa Chiesa di San Pietro invece, si trova al termine di Corso Umberto I, che mantiene il nome proseguendo sulla sinistra.

Il Duomo di San Giorgio invece è arroccato sul promontorio della città. Caratteristiche anche le viuzze medievali laterali alle principali strade della città, piene di scalinate e vicoli ciechi.    

IL CIOCCOLATO DI MODICA

Specialità tipica siciliana, il cioccolato di Modica ebbe le sue origine in terra siciliana grazie agli Spagnoli che lo importarono in Contea. Il cacao fu scoperto in America Latina dai conquistatores che ne ereditarono anche la tipologia di lavorazione adottata oltreoceano. La massa di cacao viene mantenuta ancora oggi integra, senza alterare la quantità di burro di cacao. L’unica aggiunta è quella dello zucchero, lavorato a temperature che non permettono ai cristalli di quest’ultimo di rompersi, dando così la compattezza che lo contraddistingue.

Gusto inconfondibile e puro, il cioccolato sta trovando sempre più consenso tra i turisti che lo provano. Sfizioso mangiato da solo, prelibato sciolto in bevande calde, soprattutto nel caffè.

Il cioccolato di Modica è caratteristico inoltre per essere aromatizzato in diversi modi, dalla cannella al peperoncino, dal vino Nero d’Avola al Pistacchio.