Vienna

Vienna è la capitale dell‘Austria, ed è sede di importanti organizzazioni internazionali tra cui ONU e OPEC e soprattutto la città è sempre più spesso meta ambita dagli italiani.

Vienna occupa il primo posto nella classifica delle città più vivibili al mondo. Il tasso di criminalità è più basso rispetto ad altre città per cui è possibile viaggiare senza molti timori. Inoltre, il territorio offre tanti siti culturali quanti locali per divertirsi fino a notte fonda, per non parlare dei numerosi concerti offerti tutto l’anno.  

Quando è meglio andare

Vienna è sempre bellissima.  Indico due periodi ideali: 

Novembre e Dicembre quando la città si riempie di Mercatini di Natale. La città è immersa in un’atmosfera che troverete solo nelle migliori fiabe con stand di dolci, vin brûlé e ogni tipo di decorazione natalizia possibile e immaginabile.

Luglio e Agosto: è il clima ideale per lunghe passeggiate sulla Ringstrasse, visite ai tantissimi monumenti della città e un po di sano divertimento al Prater.

Per entrare a Vienna è sufficiente avere il passaporto o la Carta d’Identità. Non è necessario nessun tipo di visto.

  

Cosa vedere

La Ringstrasse : è una strada circolare, che fiancheggia il centro di Vienna, separando i quartieri di Hofburg e Stephansdom dal resto della città. Qui si trova la maggior parte delle opere architettoniche più significative di Vienna e qui ci sono la maggior parte dei punti turistici più importanti di Vienna. Se non volete camminare, un’altra opzione è quella di percorrere il viale con il tram. 

L’Opera Statale di Vienna: è la compagnia d’opera più importante e famosa a livello mondiale, oltre ad essere il centro nevralgico della vita musicale viennese.

Inaugurato nel 1869, con la prima di un’opera di Mozart, l’edificio in stile rinascimentale fu una delusione per i viennesi, che si aspettavano qualcosa in più. L’architetto dell’edificio si tolse la vita, mentre il suo successore ben presto morì di infarto. 

ll Palazzo Hofburg è stato, per più di 600 anni, il luogo di residenza degli Asburgo. Attualmente è uno dei luoghi più visitati di Vienna e una visita imprescindibile nella capitale austriaca.

È un’enorme complesso architettonico, che occupa l'ampia zona degli antichi possedimenti imperiali, accogliendo vari musei, una cappella, una chiesa, la Biblioteca Nazionale Austriaca, la Scuola d'Inverno d'Equitazione, fino all'ufficio del Presidente d'Austria.         

Il Castello del Belvedere: fu costruito come residenza estiva del Principe Eugenio di Savoia. Oggi accoglie un museo d'arte e del suo interno originale resta ben poco. Il complesso del Castello Belvedere (Schloss Belvedere) è formato da due palazzi, uniti fra di loro da un giardino in stile francese.

Stephansdom: l'edificio religioso più importantre di Vienna, si costruì sulle rovine della chiesa romanica dedicata a Santo Stefano, costruita nel 1147, anche se dell'antico tempio solo si conserva la Porta dei Giganti e le Torri dei Pagani.

Situata a Stephansplatz, in pieno centro di Vienna, la Cattedrale di Santo Stefano (Stephansdom) è la sede principale dell'arcidiocesi di Vienna.

Cosa mangiare

La cucina viennese è molto ricca, grazie anche all'influenza di paesi vicini, come Ungheria, Germania, Repubblica Ceca e Italia. 

Come primo piatto è molto popolare la Zuppa, servita in tantissime forme e combinazioni.

Tra i secondi piatti ritroviamo il Wiener Schnitzel, pietanza che assomiglia molto alla cotoletta alla milanese; il Kalbsrahmgulasch, uno spezzatino di vitello con canederli a base di pane; lo Zwiebelrostbraten, costata di manzo arrostita accompagnata con della cipolla; il Tiroler Gröstl, costituito da carne cotta assieme a uova e patate e la Gefüllte Paprika, peperoni riempiti con sugo di pomodoro e della carne.

Si Beve Birra, piuttosto che vino. A Vienna si producono, da oltre 150 anni, delle birre al malto. Le birre chiare, come la Gold Fassl, sono molto dolci; chi preferisce i sapori forti, può assaggiare la Eggenberger Urbock. La birra più apprezzata è quella della marca Gösser, che si trova in qualsiasi bar e ristorante. 

Sachertorte:

La cucina viennese è famosa in tutto il mondo soprattutto per i suoi dolci, come ad esempio lo strudel, ovvero un dolce a pasta arrotolata che normalmente si accompagna con una buona tazza di caffè viennese, e la Sachertorte.

La torta Sacher è uno dei dolci più famosi di Vienna. È una torta al cioccolato, farcita con marmellata di albicocche e ricoperta di cioccolato.

Un apprendista pasticcere creò la torta nel 1832 e, da allora, non ha smesso di venderla. Quarant'anni dopo, il figlio del creatore fondò l'Hotel Sacher, dove oggi ci sono delle code interminabili per assaggiare la famosa torta.

Nella caffetteria dell'hotel la torta è buona come in qualsiasi altra pasticceria della città ma, essendo il locale più famoso della città, il suo prezzo è molto più caro rispetto a quello di qualsiasi altro bar.